Mutatis Mutandis

Legge 23 dicembre 2021 n. 238 – Legge europea 2019-2020 – art. 46 – Pareri consultivi della Corte dei Conti in tema di PNRR.

Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2019-2020. (22G00004) (GU Serie Generale n.12 del 17-01-2022)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 01/02/2022

Si tratta della Legge Europea che sistema e modifica la normativa italiane rendendola aderente alla fonte Europea.

Tra i diversi articoli, mi preme sottolineare l’articolo 46 che consente agli Amministratori un bel salvagente nella gestione dei fondi PNRR, qualora si avvalessero del parere consultivo della Corte dei Conti.

Infatti i pareri consultivi delle sezioni regionali di controllo della Corte dei Conti, escludono la colpa grave nell’azione amministrativa qualora richiesto.E’ UN BEL PASSO AVANTI DI DEMOCRAZIA!

Art. 46

                 Sviluppo della funzione consultiva

  1. In attuazione  del  regolamento  (UE)  2021/241  del  Parlamento europeo e del Consiglio, del 12  febbraio  2021,  che  istituisce  il dispositivo per la ripresa e la resilienza, e al fine di un  efficace monitoraggio e controllo degli interventi dell’Unione europea per  il periodo  di  programmazione  2021-2027,  il  presente  articolo  reca disposizioni in merito allo sviluppo della funzione consultiva.

  2. Limitatamente  alle  risorse  stanziate  dal  PNRR  e  ai  fondi complementari al PNRR, le sezioni riunite della Corte  dei  conti  in sede consultiva, a richiesta delle amministrazioni centrali  e  degli altri organismi di diritto pubblico nazionali, rendono  pareri  nelle materie  di  contabilita’  pubblica,   su   fattispecie   di   valore complessivo non inferiore a un  milione  di  euro,  e  assicurano  la funzione nomofilattica sull’esercizio della  funzione  consultiva  da parte delle sezioni regionali di controllo. I  medesimi  pareri  sono resi dalle sezioni regionali di controllo della Corte  dei  conti,  a richiesta dei comuni, delle province, delle  citta’  metropolitane  e delle regioni, sulle condizioni di applicabilita’ della normativa  di contabilita’ pubblica all’esercizio delle funzioni e  alle  attivita’ finanziate  con  le  risorse  stanziate  dal  PNRR  e  con  i   fondi complementari al PNRR. E’ esclusa, in ogni caso,  la  gravita’  della colpa qualora l’azione amministrativa si  sia  conformata  ai  pareri resi dalla Corte dei conti in via consultiva ai  sensi  del  presente comma nel rispetto dei  presupposti  generali  per  il  rilascio  dei medesimi.

  3. Dall’attuazione del presente articolo non devono derivare  nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica. Le  amministrazioni interessate  provvedono  all’attuazione  dei  compiti  derivanti  dal presente articolo con le risorse  umane,  strumentali  e  finanziarie disponibili a legislazione vigente.